Il mondo del neopatentato e l’arrivo della sua prima auto in famiglia

Per neopatentato si intende una persona che ha conseguito la patente A2, A, B1 o B da meno di 3 anni. (e dunque, se dopo fa la patente C, non è più considerato neopatentato). I neopatentati devono osservare dei limiti di velocità particolari.

Le norme di legge introdotte dall’articolo 117 del Codice della Strada nell’ormai lontano 2011 hanno alla fine creato più disagi che benefici alla circolazione e soprattutto alla vita dei più giovani e alle loro famiglie. La limitazione si basa sul rapporto tra peso e potenza (55 kW per tonnellata e massimo 70 kW), riduce quindi la fascia di auto che i neopatentati possono guidare. L’arrivo di una nuova auto da neopatentato in famiglia rende necessario procurarsi una vettura adeguata alle norme del Codice della Strada.

Vediamo quali sono alcune difficoltà
Non tutti possono permettersi il modello conforme alla legge. In ormai 10 anni passate la maggior parte delle Case automobilistiche non hanno allargato il raggio di produzione delle auto che rispettano queste limitazioni nel rispetto della legge per i neopatentati. Negli ultimi tempi la scomparsa di modelli Diesel con un favorevole rapporto tra peso e potenza ha addirittura tagliato di molto il panorama dei veicoli adatti. Quindi la fortuna è di avere in casa un’auto adatta o di acquistarne necessariamente una nuova o usata ovviamente. Questo per dare mobilità ed esperienza al neopatentato. Spesso noi di AUTO ROMA EUR consigliamo una vettura usata per i primi anni di guida in modo tale che anche il graffietto non pesi troppo sul fattore estetico e sulle spese; lasciando sempre la scelta al cliente ovviamente è giusto anche potersene godere una totalmente nuova di zecca. Un’altra “cattiva” notizia è che non esistono promozioni specifiche per i neopatentati da parte delle Case auto. L’usato rimane quindi un ottima scelta per sopperire agli aspetti negativi.

Sei neopatentato? Il nostro parco auto ha la soluzione giusta per te
Chiama gli uffici al numero 06 59 10 961 per metterti in contatto con un esperto e chiedi una consulenza gratuita
o vieni a trovarci con la tua famiglia.
Apri Google Maps

Cosa dice la legge nell’ARTICOLO 117 DEL CODICE DELLA STRADA
In vigore dal febbraio del 2011, l’articolo 117 del CdS stabilisce che per i primi 12 mesi dal conseguimento della patente non si possono guidare veicoli con una potenza superiore ai 55 kW (75 cavalli) per tonnellata di peso. E che, in ogni caso, non è possibile mettersi al volante di mezzi con una potenza massima superiore a 70 kW (95 cavalli). Il rapporto tra peso e potenza è chiaramente indicato nel libretto di circolazione delle auto dell’ultimo decennio con la limitazione che vale, ovviamente, anche per i più maturi che decidono all’improvviso di munirsi della patente di guida. Nei primi 3 anni dal conseguimento della stessa non è inoltre possibile superare i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h sulle arterie extraurbane principali. Nello stesso periodo, i neopatentati dovranno giustamente far registrare un valore pari a zero in caso di controllo del tasso alcolemico. Le sanzioni prevedono un’ammenda da un minimo di 152 a un massimo di 608 euro con la sospensione della patente per un periodo che va da 2 ad 8 mesi. Il neopatentato subirà anche, sempre nei primi 3 anni, il doppio della riduzione dei punti nel caso di un’infrazione che ne comporti la decurtazione.

Seguici su instagram:
@autoroma_eur

Postato il 20 settembre

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi